iModels | Intelligent Models | Guida per aspiranti modelle (by Blacklemon)

Andrea Silvani. La rivoluzione del beachwear

17. November 2015 • Categoria: Casting e Opportunità • Commenti: 0

Andrea Silvani - stilista di BeMonkey

PORTOFINO (Geonva) – Il design è un concetto ostico da definire. Nella moda, nelle arti grafiche, nell’architettura, nel mondo dell’innovazione industriale, il design cambia il mondo che ci circonda. E’ una naturale attitudine dell’uomo, ed è una di quelle che ci differenziano dagli altri animali: noi siamo capaci di modificare a nostro favore le condizioni che ci circondano, invece di adattarci. Ne parliamo con Andrea Silvani, giovane stilista innamorato del mare, che proprio qui a Portofino ha scelto di non adattarsi, e di rimettere mano ad un oggetto piuttosto comune: il costume da bagno. Con il marchio Bemonkey, Silvani ha disegnato e prodotto in Italia una serie di boardshorts e bikini molto particolari, e ha brevettato i boatshorts, un pantaloncino da bagno ibrido, ideale per la vita in barca, con tasche impermeabili e accessori integrati per gli smartphone.
“La vera sfida è quella di creare un prodotto 100% made in Italy”, ci ha raccontato Andrea Silvani. “Produrre in Italia ha costi molto elevati, ma garantisce una qualità inarrivabile rispetto ai marchi più famosi che confezionano in Cina, Vietnam o Turchia”. La qualità dei costumi Bemonkey, in effetti, è tangibile. Resistenti, confezionati ad arte, si adattano al corpo senza farsi sentire, come una seconda pelle. Ma sono le trame e le fantasie disegnate da Silvani a rendere unici questi capi. Mappe nautiche, retaggi pirateschi, texture raffinate sulle quali intervengono (con un’esplosione di colore) dettagli floreali che sembrano tridimensionali. “Abbiamo fatto molte ricerche e siamo giunti alla conclusione che oggi le persone desiderino essere meno omologate, anche in spiaggia,” ha raccontato il designer genovese. “Siamo circondati da prodotti tutti più o meno uguali: chi indossa un costume Bemonkey non passa certo inosservato”.

Oggi uno stilista emergente deve essere anche un po’ imprenditore. “E’ senz’altro vero,” ha confermato Andrea Silvani. “Oggi per imporsi si è costretti ad essere anche un po’ manager, un po’ marketer, un po’ commercialista… Lo stilista deve prendersi cura della propria idea a 360 gradi, ma deve riuscire a farlo senza abbandonare mai la visione creativa”.

L’estate è servita al team di Bemonkey per fare i primi test sul mercato italiano e americano. I capi “made in Portofino” hanno raccolto consensi a tutto tondo e sono stati indossati anche da parecchi protagonisti del mondo dello sport e dello spettacolo. Come, ad esempio, il surfer texano Parker Payne, i calciatori Maurizio Ganz e Mattia Perin, molti DJ e conduttori di Radio 105 (come Paolino, Martin Klein, Alan Caligiuri e Pippo Palmieri), la talentuosa attrice Lavinia Guglielman, il ballerino Gianni Sperti, le showgirl Karina Cascella e Giulia Calcaterra, la deejay Stephanie e molti altri.

In un momento difficile per l’economia globale, giovani talenti come Andrea Silvani stanno riuscendo nell’ardua impresa di emergere, farsi apprezzare, riconoscere e desiderare. In Italia e nel mondo. La storia di Bemonkey e del suo timoniere è una di quelle che ci piace raccontare, perché spiega come si possano realizzare i propri sogni grazie a tanto impegno, ricerca, lavoro, dedizione, perseveranza, una tonnellata di incoscienza e un bel po’ di fortuna.

BEMONKEY
http://www.bemonkeyofficial.com/

Kate Moss diventa Fashion Editor per Vogue UK

07. February 2014 • Categoria: Top models • Commenti: 0

Kate Moss diventa Fashion Editor per Vogue UK

Kate Moss, classe 1974, viene scoperta all’aeroporto JFK di New York da Sara Doukas, fondatrice della casa di moda Storm. Colpita dalla bellezza non convenzionale della quattordicenne Kate, decide di inserirla nel mondo della moda che, di lì a poco, la renderà una vera e propria icona di stile.
Kate Moss calca così le passerelle di tutto il mondo, si presta a diverse campagne pubblicitarie per marchi prestigiosi e diventa anche stilista, disegnando una collezione per la catena di negozi Topshop.
Ma la carriera della bella Kate, oggi quarantenne, sembra non fermarsi mai. L’ultima “fatica” la vede nel ruolo di Fashion Editor per la rivista Vogue UK. L’annuncio è stato dato ad ottobre scorso e il primo servizio targato “Kate Moss” uscirà a marzo. A lei viene affidata la scelta dei fotografi, dello style e dello shooting. Il numero si chiamerà Cause Cèlébre, ispirato a glamour devil-may-care e vedrà protagonista la modella Daria Werbowy che, immortalata dalle fotografe Mert Alas e Markus Piggott, appare seduta in un auto, con una chioma rosso fuoco, minidress nero, guanti di pelle e calze a rete.

Bellezza=salute. Vogue dice no alle modelle anoressiche

04. February 2014 • Categoria: Top models • Commenti: 0

Vogue dice no alle modelle anoressiche

Lo scopo è quello di creare un ideale di bellezza basato su un corpo in salute. Così, 19 edizioni internazionali del più famoso magazine di moda stipulano un accordo. Mai più modelle con evidenti problemi di anoressia o modelle troppo giovani sulle nostre copertine.
L’idea è partita Anna Wintour, direttrice della edizione americana di Vogue dal 1988. Subito è stata seguita da tutte le edizione che, nel mese di giugno, hanno promosso questo nuovo modello di bellezza. Del resto, come dice Jonathan Newhouse, proprietario del magazine: “Vogue crede che la buona salute sia essa stessa bellezza.”
Questo nuovo modo di intendere la bellezza non solo gioverà alle modelle ma anche le lettrici ne trarranno dei benefici psichici. Altra iniziativa sarà quella di mettere a disposizione delle modelle cibi e bevande salutari durante i servizi fotografici.
Alexandra Shulman, direttrice di Vogue Uk, sa di poter fare la differenza. La notorietà e il pregio di Vogue devono essere messe al servizio di cause importanti come questa.

Lo scandalo delle baby modelle e il diritto all’infanzia negato

04. January 2014 • Categoria: Guida per aspiranti modelle • Commenti: 0

Lo scandalo delle baby modelle

Ha destato molto scalpore negli ultimi periodi ciò che è accaduto alla New York Fashion Week. Orde di bambine piccolissime, con genitori scatenati al seguito, vestite con abiti succinti, truccate e in pose che per nulla fanno trasparire la loro infanzia, se non fosse per quell’esile corpicino. Modelle adulte e disinibite imprigionate nel corpo di bambine.
Ma come si è arrivati a questo? Molto, purtroppo, dipende dai genitori. Persone spesso frustrate che vedono nei figli la seconda possibilità che loro stessi non hanno avuto, la realizzazione del sogno mancato. E così, fin da quando iniziano a muovere i primi passi, queste mamme e questi papà inculcano nella testa delle loro figlie gli ideali della bellezza a qualsiasi costo. Mini abiti per mini donne, scarpe col tacco, ciglia finte, trucco e come se non bastasse anche lo spray abbronzante e i denti finti. Tutto per rendere le loro bambine irresistibili, per renderle donne prima del tempo, nella speranza di vincere qualche concorso di bellezza e accaparrarsi i soldi messi in palio.
Dietro tutto questo ci sono ore di viaggio in macchina per raggiungere la location nella quale si svolgerà la sfilata, ore di sonno ridotte al minimo, concentrati di zucchero per consentire alle bambine di reggere il ritmo di un’intera giornata passata tra obblighi e finto divertimento.
Poi ci sono le leggi americane, che non sembrano tutelare il diritto all’infanzia. Ci sono case di moda che sfruttano bambini piccolissimi, ci sono sfilate in cui si mettono in palio soldi.
Purtroppo questo fenomeno è in continua espansione. Dall’America sta arrivando in Europa.
Ma è giusto privare un bambino della propria infanzia ed esporlo così precocemente ad un mondo tanto pieno di insidie?

Ragazze, occhio alle truffe! In giro c’è chi cerca solo di spennarvi

04. December 2013 • Categoria: Guida per aspiranti modelle • Commenti: 0

Servizi fotografici: occhio alle truffe!

Se avete intenzione di fare le modelle e pensate di avere tutte le carte in regola, di certo non potrete presentarvi a un colloquio di lavoro senza il vostro book fotografico di presentazione.
Ci sono svariati metodi per farsi conoscere: book professionali, pagine internet e video di presentazione.
Attenzione però, la truffa può sempre essere dietro l’angolo. Specialmente nei settori della moda e dello spettacolo si aggirano persone che promettono grandi risultati, che mirano a “spennarvi” approfittandosi della vostra inesperienza e della vostra voglia di sfondare.
Come saperli riconoscere? Di norma un’agenzia non dovrebbe mai chiedervi soldi per un’iscrizione o per un book fotografico realizzato da loro.
Le agenzie guadagnano sui lavori che loro stessi vi propongono, sarebbe come se un’agenzia interinale ci chiedesse soldi per cercarci un lavoro. Diffidate.
In ogni caso il book fotografico richiede una spesa, bisogna pagare il fotografo, l’affitto della location, i macchinari e lo sviluppo delle foto… questa spesa solitamente è a carico vostro. Consiglio comunque di contattare uno o più fotografi di fiducia e di evitare foto amatoriali. A seconda del fotografo che sceglierete, i prezzi potranno variare. In generale, comunque, la cifra non dovrebbe mai oltrepassare i 1.000 euro (per 15-20 foto in formato 20×30).
Se invece non avete risorse alle quali attingere, esiste anche la possibilità di fare book fotografici gratuiti con fotografi professionisti. Qui la fregatura non esiste, il fotografo lavora gratuitamente in cambio della concessione dei diritti per poter utilizzare le foto scattate. Alcuni esempi di servizi testati? Bookgratis, per esempio. Appartiene al nostro stesso “gruppo” e possiamo garantirvi che è un servizio molto serio.

Voglio fare la modella. Scopri come fare senza spendere un centesimo

25. January 2013 • Categoria: Guida per aspiranti modelle, Tutto GRATIS per modelle • Commenti: 0

Voglio fare la modella. Scopri come fare senza spendere un centesimo

Come fare per iniziare la carriera di modella? Come fare a non cadere nella trappola di quelle finte agenzie che mirano solo a vendere book, composit e corsi di portamento senza offrire reali occasioni di lavoro? Come avere fotografie di qualità gratis? Prendendo spunto dalle domande che continuano ad arrivare in redazione su come diventare una modella o su come riuscire a posare per il nostro magazine, ecco una serie di risposte che potranno aiutare tutte le interessate.
Voglio fare la modella. Come posso posare per la copertina del vostro magazine?
Solo le modelle non professioniste possono posare per la copertina del nostro magazine. Dal 1999 ad oggi, ogni mese abbiamo dedicato la copertina ad una ragazza normale, senza alcuna regola sull’età, le caratteristiche fisiche o altri stereotipi. Per inoltrare la tua candidatura basta visitare questa nostra pagina dedicata e compilare la richiesta inviando qualche foto.

Voglio fare la modella. Mi serve il book, ma non posso permettermi spese allucinanti. Esiste un modo per avere fotografie professionali gratis?
Si, esiste. Si chiama Book Gratis ed è un servizio dell’agenzia di comunicazione Blacklemon. Sulla pagina Facebook dedicata potrete trovare molti commenti di modelle soddisfatte.
Prima di scegliere la strada del professionismo e prima di appoggiarsi ad un’agenzia, una aspirante modella può provare a partecipare ai tanti casting che si rivolgono al pubblico. In questo caso è comunque indispensabile presentarsi con un book fotografico professionale. Per risparmiare ci si può affidare a fotografi non professionisti, ma il risultato sarà quello di avere foto che nessuna giuria prenderà in seria considerazione. Una buona foto è tutto. Ottenere o meno il lavoro dipende in gran parte della foto che ogni aspirante modella lascia nelle degli esaminatori. C’è un problema: i book fotografici professionali costano migliaia di euro. Occorre pagare fotografi, location, diritti di agenzia, ecc. Grazie a Book Gratis ogni aspirante modella può realizzare le foto per il book completamente gratis. Iscrivendosi al sito può essere seguite da un esperto e avere le foto giuste per partecipare serenamente a tutte le selezioni.
Dove sta la fragatura? Non c’è. Book Gratis assorbe il costo di produzione delle fotografie ed in cambio la modella concede al team i diritti per poter utilizzare le immagini scattate. Grazie a questo baratto la modella ottiene gli scatti professionali per il proprio book senza spendere nemmeno un centesimo.

Sito ufficiale: www.bookgratis.net
Pagina Facebook ufficiale: www.facebook.com/bookgratis.net

Vuoi diventare una testimonial? Melaggiusti cerca su Facebook la donna hi-tech per salvare il Pianeta

10. October 2012 • Categoria: Casting e Opportunità • Commenti: 0

Melaggiusti cerca su Facebook la testimonial hi-tech per salvare il Pianeta

Melaggiusti, marchio leader in Italia nella riparazione di iPhone, iPad, smartphones e tablet, lancia una nuova ed entusiasmante campagna per trovare la prossima testimonial che sarà chiamata a rappresentare l’azienda e la sua filosofia. Il casting si svolgerà su Facebook, con il supporto di Twitter.

Il TESTIMONIAL CASTING 2013 di Melaggiusti è un casting globale alla ricerca di una donna che incarni la filosofia dell’azienda, a cavallo tra Hi-Tech e Green Touch. Riparare un dispositivo è una scelta economicamente intelligente, ma non solo: allungare la vita di un iPhone o di un iPad riduce sensibilmente l’inquinamento elettronico. Decine di milioni di dispositivi vengono gettati ogni anno. I rifiuti misti vengono spediti nei paesi del terzo mondo dove uomini, donne e bambini si ammalano e muoiono per il contatto prolungato con mercurio, cadmio, bario e altri residui tossici e cancerogeni.

Melaggiusti cerca una testimonial in grado di rappresentare questi due mondi. Quello dell’alta tecnologia che è incarnata nei dispositivi che l’azienda ripara e ricondiziona (iPhone, iPad, Samsung Galaxy S III, iPod Touch, ecc.) e quello dell’attenzione all’ambiente in cui viviamo.

Il TESTIMONIAL CASTING 2013 è aperto a tutte le donne dai 16 ai 35 anni, italiane o straniere. Per partecipare basta accedere alla pagina Facebook ufficiale di Melaggiusti (facebook.com/melaggiusti), diventare fan premendo sul pulsante “Mi Piace” della pagina, e inviare una o più foto insieme ad una frase in cui la candidata dichiari il motivo per cui il proprio profilo dovrebbe essere scelto. Tutte le foto verranno esaminate da una giuria di assoluta qualità che sceglierà le finaliste che si giocheranno il ruolo di nuova testimonial.

Ecco in sintesi il regolamento del casting “TESTIMONIAL Casting 2013″.
Continua…

Fare la modella. Con Book Gratis iniziare la carriera è più facile

04. October 2012 • Categoria: Guida per aspiranti modelle, Tutto GRATIS per modelle • Commenti: 0

MILANO – Prima di scegliere la strada del professionismo e prima di appoggiarsi ad un’agenzia, una aspirante modella può provare a partecipare ai tanti casting che si rivolgono al pubblico. In questo caso è comunque indispensabile presentarsi con un book fotografico professionale. Per risparmiare ci si può affidare a fotografi non professionisti, ma il risultato sarà quello di avere foto che nessuna giuria prenderà in seria considerazione. Una buona foto è tutto. Ottenere o meno il lavoro dipende in gran parte della foto che ogni aspirante modella lascia nelle degli esaminatori.
C’è un problema: i book fotografici professionali costano migliaia di euro. Occorre pagare fotografi, location, diritti di agenzia, ecc.
Sara Cremonesi fotografata per Piacenza Night da Nicola Bellotti
Grazie a Book Gratis ogni aspirante modella può realizzare le foto per il book completamente gratis. Iscrivendosi al sito può essere seguite da un esperto e avere le foto giuste per partecipare serenamente a tutte le selezioni.
Dove sta la fragatura? Non c’è. Book Gratis assorbe il costo di produzione delle fotografie ed in cambio la modella concede al team i diritti per poter utilizzare le immagini scattate. Grazie a questo baratto la modella ottiene gli scatti professionali per il proprio book senza spendere nemmeno un centesimo.

Piacenza Night celebra la bellezza autentica. Un messaggio contro anoressia e disturbi dell’alimentazione

17. July 2011 • Categoria: Guida per aspiranti modelle • Commenti: 0

PiacenzaNight celebra da sempre la bellezza autentica. L’obiettivo dei fotografi di questo magazine è ritrarre la persona e non solamente il suo involucro. La femminilità ha mille volti, così come la bellezza ha mille modi di esprimersi. Da oltre 12 anni, la testata giornalistica fondata nel 2000 da un gruppo di giovani tra cui la giornalista di Sky, Caterina Baldini, e il fondatore dell’agenzia pubblicitaria Blacklemon, Nicola Bellotti, dedica la copertina ad una “ragazza della porta accanto”, una modella non professionista che per la prima volta sceglie di posare per una rivista. Negli anni la rivista ha pubblicato oltre 150 servizi fotografici, molti dei quali lontani dagli stereotipi e dai modelli che ogni giorno ci circondano e ci vengono imposti dai media.
Nicola Bellotti
Nicola Bellotti, il fotografo ed art director che ha imposto questa linea editoriale, mira a un risultato molto ambizioso: cambiare la percezione della bellezza soprattutto tra le persone più giovani, spesso influenzate in modo negativo dai modelli imposti dalla società. “Trucco, push-up, chirurgia estetica, un ricorso sempre più selvaggio a Photoshop, contribuiscono a diffondere canoni di bellezza alieni, impossibili da eguagliare”, ha dichiarato Nicola Bellotti in una recente intervista. “Credo sinceramente che la bellezza, quella vera, nasca dalla consapevolezza della propria diversità. Lavorando per anni nel settore della comunicazione, a stretto contatto con i media e con le aziende che operano nei settori della moda, della cosmesi, della cura del corpo, ho incontrato moltissime persone che dovrebbero rappresentare i canoni della bellezza moderni, ma pochissime delle quali mi sono sembrate davvero felici”.

Modella, attrice, showgirl. Realizzare il proprio sogno con PiacenzaNight.com

05. March 2011 • Categoria: Top models • Commenti: 0

Roberta Sparta e Caterina Baldini

Già in altre occasioni abbiamo parlato dell’opportunità che, da 12 anni, il magazine PiacenzaNight.com offre alle modelle esordienti. Ogni mese, infatti, la testata giornalistica mette in copertina una modella al suo esordio, pubblicando anche un’intervista esclusiva e un servizio fotografico curato dai fotografi professionisti dell’agenzia di comunicazione Blacklemon, diretti da Nicola Bellotti.
Negli anni molte delle ragazze che hanno fatto il loro esordio su PiacenzaNight.com hanno avuto fortuna. Qualcuna ha lavorato nel mondo dello spettacolo, altre sono riuscite a sfondare come modelle per la pubblicità, altre ancora hanno avuto esperienze nel cinema o in televisione.

Siamo andati a scoprire a quante ragazze Piacenza Night ha poratto fortuna. Conosciamole.

Crisula Stafida, vero nome Crisula Secco, ha recitato in diversi film. Attualmente sta completando le riprese di “Il Marito Perfetto” ed è al cinema con “Quando si Diventa Grandi”. La nostra Crisula, dopo avere posato per Nicola Bellotti ed essere stata pubblicata su Piacenza Night, ha condotto il programma Donne&Motori su SKY, ed in seguito ha ottenuto una parte nella fiction “RIS 2″, su Canale 5 e nei film “Il soffio dell’anima” e “Ganja Fiction”.

Bruna N’Diaye, dopo essere stata eletta Miss Piacenza Night nel 2009 la sua carriera di modella è letteralmente esplosa. Ha vinto Miss Muretto 2010 e posato come protagonista per il libro d’arte di Nicola Bellotti dal titolo “MPN”, per poi essere scelta tra le finaliste di Italia’s Next Top Model 4, in onda su Sky.

Sara Armentano, talentuosa attrice teatrale, dopo avere posato per Piacenza Night e studiato recitazione a Milano, ha recitato in “Vivere”, su Canale 5, in “Un posto al sole”, su Rai Tre e nella fiction “RIS 5″, su Canale 5. Nel 2006 ha avuto in ruolo nel film Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra. Sara, oltre che a recitare per cinema e tv, continua a coltivare la sua grande passione per il teatro.

Caterina Baldini, giornalista professionista e volto televisivo di SKY TG 24, prima di lavorare per diversi network nazionali è stata una delle fondatrici di Piacenza Night. Oltre ad essere una giornalista molto in gamba e ad avere tracciato la rotta che in futuro avrebbero seguito i nuovi autori del magazine, Caterina ha posato per Nicola Bellotti ed è stata la prima cover girl di Piacenza Night.

Roberta Spartà, dopo il suo esordio su Piacenza Night in un servizio realizzato da Nicola Bellotti, è stata accettata all’Accademia Americana di Arte Drammatica (AADA) di Los Angeles, a Hollywood, la stessa dove hanno studiato tra tanti nomi noti, tra cui Grace Kelly, Robert Redford ed Adrien Brody. Dopo un anno di accademia e dopo avere superato molti castng, ora Roberta vive negli Stati Uniti ed è rappresentata da un noto manager che si occupa di cinema e teatro.

Susanna Mantero, campionessa di ginnastica artistica, è stata una delle modelle più amate di tutti i tempi. Finalista nel concorso “Veline” 2004, su Canale 5, Susanna ha avuto ruoli in spot televisivi e cinematografici, ed è stata protagonista di una campagna di sensibilizzazione contro le droghe sintetiche. Inoltre ha recitato in un videoclip dei Dirotta su Cuba.
Bruna Ndiaye fotografata per Piacenza Night da Nicola Bellotti

Nairi Maraboli, vincitrice dell’edizione 2008 di Miss Piacenza Night, grazie al suo servizio fotografico su Piacenza Night è stata selezionata per partecipare ad un importante reality show, la seconda edizione di “Bwin Poker Island” per SKY Sport.

Franciele Oliveira Soares, dopo il suo esordio sulle pagine di Piacenza Night, è stata testimonial per la Coca-Cola in Brasile, e ha posato per alcune tra le più prestigiose riviste brasiliane. Il suo fisico statuario e il suo talento le hanno permesso di diventare una modella professionista.

Marzia Foletti, giornalista professionista, è il volto ufficiale del più seguito telegiornale piacentino (TGL). Prima di arrivare a condurre lo storico telegiornale piacentino, Marzia è stata una delle modelle di copertina di Piacenza Night. Il suo servizio è stato uno dei più apprezzati di tutti i tempi.

Natasha Pikhun, modella di origine ucraina ma residente a Parma, ha fatto il suo esordio in Italia proprio su Piacenza Night. Ha coltivato la sua carriera di modella e oggi può vantare numerose esperienze negli USA (dove ha lavorato con i fotografi del network OneModelPlace) e in Europa.

Claudia Bertuzzi, eletta Miss Piacenza (nell’ambito delle selezioni per Miss Italia) dopo la pubblicazione di un servizio fotografico mozzafiato su Piacenza Night, ha avuto ruoli in trasmissioni televisive locali.

Linda Barani, dopo avere sfiorato più volte la vittoria del concorso Miss Piacenza Night, ed avere ottenuto il premio della critica assegnato da una giuria di giornalisti nel 2010, è stata scelta come protagonista di un libro d’arte fotografica a lei interamente dedicato. Scrive regolarmente per il magazine Piacenza Night, occupandosi di cronaca rosa.

Valentina Elmiger, la prima Miss Piacenza Night, ha recitato in spot e cortometraggi ed è un affermato architetto che vive e lavora tra Londra, Roma e Milano. Valentina è forse la modella che ha maggiormente ispirato l’opera artistica di Nicola Bellotti, tanto da apparire sulla copertina del suo libro Purple Book edito negli Stati Uniti da Lulu Press.

Silvia Ricci, eletta Miss Piacenza Night nel 2002, è un’apprezzata ballerina. Forte di un sex appeal davvero unico, un sapiente mix tra sensualità e ironia, Silvia ha lavorato nei migliori locali italiani, esibendosi in show mozzafiato.

Ilaria Caccialanza, eletta Miss Piacenza Night nel 2003, divisa tra sfilate e servizi fotografici, ha lavorato principalmente in pubblicità. Blacklemon ha utilizzato il suo volto per una campagna nazionale dei supermercati Dico (discount italiano).

Pamela Febbrili, proclamata Miss Piacenza Night nel 2004, è una donna in carriera che non ha voluto rinunciare alla propria passione per la fotografia. Dopo il suo esordio su Piacenza Night e la sua vittoria nel beauty contest collegato, ha prestato la propria immagine per numerosi eventi, partecipando anche a sfilate di moda.

Monica Filippazzi, è eletta Miss Piacenza Night nell’autunno del 2005. Solare, affascinante e sensibile, la nostra Monica ha accettato di fare da madrina ad un importante evento di beneficenza, conquistando il cuore del pubblico piacentino.

Jessica Festari, eletta Miss Piacenza Night nel 2006, grazie al suo esordio su Piacenza Night è stata notata dall’ufficio casting di Mediaset che ha voluto incontrarla in occasione delle selezioni per il Grande Fratello. Premiata da una giuria di giornalisti nazionali nel corso della sfilata evento del 2006, Jessica ha partecipato a sfilate ed eventi di moda.

Valentina Ratti è stata eletta Miss Piacenza Night nel 2007. Dopo il suo esordio in un servizio fotografico di Nicola Bellotti, ha lavorato con lui in numerose occasioni, prestando il volto ad alcune campagne pubblicitarie. Valentina ha partecipato ad alcune trasmissioni televisie, ed è stata incoronata in diretta su TeleColor.

 
Blacklemon Comunicazione e InnovazionePiacenza NightMelaggiusti - RIparazione iPad e iPhoneBook Gratis - Voglio fare la modellaMinicar News - Il primo magazine dedicato ai quadricicli leggeriMiss Piacenza Night - Bellezza NaturaleNicola Bellotti - Blog Ufficiale
Venerdi Piacentini - Shopping Nights
Tacco 12 - Fotografia e Backstage ModaiModels - Manuale per Aspiranti ModelleNuove Modelle - La prima community di modelle e fotografi online in ItaliaRiccioli Biondi - Poesia e CapelliSalute Naturale e Medicina AlternativaiPhone Rotto - Vetro Rotto mai piu